54° Giro Valle d'Aosta

54° Giro Valle d'Aosta

Cinque tappe, altrettanti arrivi in salita, ma anche un Giro della Valle d’Aosta 2017 molto vario dal punto di vista tecnico e adatto a scalatori che però abbiano nelle loro corde anche la capacità di gestirsi lontano dalle salite più classiche: questa - in estrema sintesi - è l’edizione numero 54 del Giro della Valle d’Aosta, presentata ieri nella magnifica sala del Pavillon, allo Skyway di Courmayeur.

Ospiti d’onore della cerimonia di premiazione Ivan Gotti e Wladimir Belli, due ex corridori di fama mondiale che prima di fare il grande salto nel mondo dei professionisti si erano “fatti le ossa” sulle strade del Valle d’Aosta.
«Avere dei campioni del loro calibro è un onore per noi. - ha sottolineato il presidente della Società Ciclistica Valdostana Riccardo Moret - Il Giro della Valle d’Aosta ha un passato glorioso, ma siamo convinti che anche il futuro non sarà da meno. Quando al presente, con tanto lavoro e un po’ di sacrifici siamo riusciti a costruire un Giro 2017 all’altezza della storia. Come sempre la nostra corsa si snoderà non solo in Valle d’Aosta ma anche in Alta Savoia e in Piemonte, due regioni dove possiamo contare su amici fidati che ci danno sempre una mano».

Le tappe in calendario sono cinque: si inizierà mercoledì 12 luglio a Saint-Gervais-Mont-Blanc con un prologo individuale adatto ai passisti scalatori con traguardo posto nel villaggio di Saint-Nicolas-de-Veroce. Giovedì 13 la frazione canavesana da Quassolo a Scalaro di Quincinetto, una tappa movimentata che toccherà tanti Comuni della parte nord occidentale del Piemonte. Venerdì 14 la frazione tra Villeneuve e Les Combes di Introd, priva di salite di rilievo ma densa di strappi - compreso un tratto di strada sterrata - che renderanno dura la vita agli uomini di classifica. Sabato 15 il tappone da Valtournenche a Cervinia, con le salite di Doues (seconda categoria), Champremier, san Pantaleone e l’ascesa finale al Breuil - tutte di prima categoria - che faranno certamente la differenza.

Domenica 16 il gran finale da Aosta - Città Europea dello Sport 2017 - a Valgrisenche, con la corsa che si concluderà sul nuovo coronamento della diga di Beauregard.

Cinque le maglie che saranno in corsa: quella gialla del leader della classifica generale sponsorizzata da Eaux Valdôtaines, quella dei Gran Premi della Montagna come sempre targata Selle Italia. A proposito di tradizioni: il Département Haute Savoie sponsorizzerà come sempre la maglia rossa e bianca degli sprint catch. Due le novità: la maglia azzurra a punti della CVA Trading e quella bianca riservata alla classifica dei giovani di Skyway Monte Bianco.

Durante la presentazione, a fare gli onori di casa Roberto Francesconi: “Anche quest’anno Skyway Monte Bianco è partner del Giro della Valle d’Aosta. Siamo davvero orgogliosi di rinnovare questa collaborazione con una manifestazione sportiva davvero importante per la nostra Regione e vicina al mondo delle nuove Funivie del Monte Bianco. Questo appuntamento, infatti, è in grado di valorizzare le bellezze paesaggistiche e sportive della Valle e ogni anno coinvolge appassionati e turisti a livello internazionale, proprio come Skyway Monte Bianco che si è trasformata in uno dei simboli del territorio e continua a richiamare persone da tutto il mondo, grazie alla sua portata tecnologica e la ricca offerta di attrazioni.

Tags: Strada